Affezioni gengivali: sintomi da non sottovalutare


Mai sottovalutare la cura e il benessere di denti e gengive. Suona come un monito di antica origine e forse un poco pedante, ma ha sempre il suo valore. E’ senza dubbio il metodo migliore per tentare di ovviare a problemi fastidiosi ed alcune volte particolarmente dannosi come la gengivite.

Dell’intero apparato dentale le gengive sono in effetti la parte che più reagisce sensibilmente agli attacchi inferti dai microrganismi costantemente presenti all’interno del cavo orale. Questo tipo di aggressione viene ovviamente incentivato quando non viene eseguito un adeguato intervento quotidiano per quel che concerne l’igiene orale.

Una semplice infiammazione, se non viene contrastata in tempo ed in modo adeguato può divenire ben più di un fastidioso compagno sensibile a caldo/freddo, dando origine alla gengivite. Si tratta di una affezione molto comune che solitamente risulta visibile anche ad occhio nudo, sanguinamento ed arrossamento sono le manifestazioni classiche.
La placca batterica è ovviamente il responsabile principale di questa infezione, tale patina si va fissando in modo tenace a gengive e denti. Se non viene rimossa si avvia una fase di calcificazione e diviene tartaro, una situazione che rischia di ammalare le gengive e portare problemi ben più gravi dell’irritazione.

Importante mantenere distanza da tutti quegli elementi che favoriscono maggiormente lo svilupparsi di tale problema: alcol, fumo, squilibrio ormonale, sono tutti elementi in grado di debilitare in modo serio tale apparato. Per maggiori informazioni rivolgiti al tuo dentista di fiducia.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.