Documentari al Bellaria Film Festival


Il bando di partecipazione non è ancora stato pubblicato ma una cosa è certa: anche quest’anno documentaristi e registi si confronteranno, all’insegna della ricerca e della sperimentazione, all’interno della 36° edizione del Bellaria Film Festival. L’evento che celebra il cinema indipendente e che ogni anno richiama migliaia di appassionati si sviluppo dal 2005 attraverso due concorsi: Italia Doc e Casa Rossa Art Doc.

Il primo nasce con lo scopo di promuovere la produzione cinematografica di taglio documentaristico, opere incentrate su storie reali, quotidiane, fatti di cronaca e problemi di natura sociale. Il secondo, invece, sempre di carattere competitivo, promuove documentari e cortometraggi con un focus particolare sul mondo dell’arte e degli artisti

Nell’edizione 2017 ad aggiudicarsi Italia Doc è stato Alessandro Stevanon con Sagre Balere documentario che ripercorre le tappe fondamentali della carriera di Omar Codazzi, un ragazzo della periferia di Milano che si innamora della musica da ballo diventando cantante e leader di un’orchestra del Nord d’Italia.

Invece a vincere il premio Casa Rossa Art Doc è stato Davide Grotta con Hidden Photos, la storia di un giovane e talentuoso fotografo cambogiano ambientata ai tempi del regime dei Khmer Rossi.

Negli anni il Bellaria Film Festival si è rivelato una vera fucina di talenti e ha contribuito a lanciare personalità del cinema, oggi autorevoli, come come Gianfranco Rosi, Pietro Marcello, Silvio Soldini, Daniele Segre, Ciprì e Maresco, Roberta Torre e tanti altri.

Dunque, anche quest’anno, per tutti gli amanti del cinema e dell’arte, la kermesse bellariese rappresenterà un’occasione importante per ritrovarsi ed assistere alle prime assolute di registi giovani ed emergenti.

Di certo non sarà difficile trovare un albergo in cui pernottare duranti i giorni del festival. Bellaria Igea Marina, infatti, è una cittadina accogliente che, a partire dagli anni 50, ha dato vita ad un’importante cultura dell’ospitalità che si respira ancora oggi. Tante le strutture ricettive che offrono ai propri clienti un’esperienza comoda, informale e ricca di comfort. Tra questi si può annoverare certamente il Villa Saba: l’Hotel a tre stelle sorge direttamente sul mare ed è dotato di un’ampia zona relax esterna costituita da piscina, vasca idromassaggio e chiosco bar.

Per maggiori informazioni sull’Hotel Villa Saba potete visitare il sito www.villasaba.it

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.