Il giorno delle nozze: ecco 8 dritte per non sbagliare


Il giorno delle nozze è quello che le spose sognano da sempre come perfetto, ricco di emozioni e di gioia…a patto che niente venga affidato al caso e che la cura di ogni piccolissimo dettaglio non sia data per scontata. I wedding planner questo lo sanno bene, ecco perché lavorano giorno e notte per ottenere cerimonie perfette. Capita però che il loro “onorario” non sia sempre tra i più economici. Se dunque non potete permettervi i servizi di un wedding planner ma desiderate ugualmente che il vostro matrimonio venga ricordato come un evento riuscitissimo, ecco 8 consigli da mettere subito in pratica.

1. Tenete conto del numero degli invitati: buttate giù una lista perché è da qui che partono poi tutti i discorsi relativi al budget, anche relativamente alla location. Non potete scegliere un posto troppo grande per 50 persone o un bugigattolo per 200.

2. Prestate un occhio di riguardo al banchetto: la qualità del cibo è fondamentale per un matrimonio, per cui meglio risparmiare sul numero degli invitati che sulla bontà del menu.

3. Scegliete bene la data: cercate di non fare accavallare il vostro matrimonio con eventi importanti o ufficiali (anche locali) che potrebbero compromettere la logistica e la riuscita della cerimonia.

4. Per i fornitori puntate sul passaparola: i fornitori sono importantissimi, ma uno ne porterà con sé un altro. Perciò, una volta contattato, ad esempio il fotografo di matrimoni, sarà lui a suggerirvi il fiorista, il truccatore, etc.

5. Chiedete, chiedete, chiedete: non abbiate paura di chiedere tutto quello che vi viene in mente ai fornitori. E’ un vostro diritto.

6. Attenzione con la carta: quella delle partecipazioni richiede accuratezza nella scelta e nella reperibilità. Muovetevi per tempo e, in caso di emergenze, contattate un negozio online molto fornito.

7. Tracciate tutti i preventivi: conservate una traccia di tutti i preventivi dei fornitori. Meglio essere chiari da subito.

8. Stilate un elenco delle cose più importanti. Andate per priorità: fate le cose più necessarie e, in caso di budget ridotto, tagliate le voci inutili.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.