Hi-tech a prova di sguardo


Quante volte ci è capitato nel mezzo di un film in prima serata o di una partita in tv di avere un bisogno impellente o di aver voglia di andare in cucina a prendere qualcosa da bere o mangiare?
Con i moderni apparecchi televisivi abbiamo la possibilità di mettere in pausa e riprendere esattamente da dove avevamo interrotto. Ma in queste occasioni, seguendo i principi delle Leggi di Murphy, il telecomando sarà disperso, costringendoci a rimanere inchiodati allo schermo attendendo con ansia la pubblicità.

Molti produttori sono al lavoro su nuove interfacce uomo-macchina.
Samsung ce ne ha dato un assaggio con le nuove Smart TV a controllo gestuale o vocale, che con un gesto della mano o un comando impartito con le giuste parole chiave per eseguire azioni, quali regolare il volume o cambiare canale, mentre Apple ci ha dato un assaggio di controllo vocale con Siri e se dovesse debuttare con una fantomatica Apple TV, Siri ne farebbe sicuramente parte integrante.

Ma telecomando, controllo vocale o gesto specifico potrebbero essere ormai superati.

Una piccola azienda californiana sembra aver puntato un po’ più in alto.
PredictGaze è una stratup che grazie a una semplice webcam o fotocamera, riesce a gestire contemporaneamente visi (espressioni), gesti e sguardi, traducendoli in comandi per i nostri oggetti hi-tech.

La tecnologia di Santa Clara è applicabile non solo alle TV, ma a tutti i dispositivi elettronici che fanno parte della nostra vita quotidiana e può essere utilizzata anche come diagnostica, ad esempio per rilevare il livello di attenzione, il gradimento in base alle espressioni o come parental control, rilevando l’età dell’osservatore, bloccando la visione dei programmi non adatti.

Immagina quindi di guardare la tv e alzarti improvvisamente per andare in bagno: PreditGaze metterà in pausa il programma e lo farà ripartire solo quando sarai tornato al tuo posto.
Oppure la messa in “mute” della musica di sottofondo semplicemente portando l’indice alla bocca.

Un sistema del genere, che utilizza il volto e le sue espressioni per generare comandi può trovare ampi spazi di applicazione, come ad esempio quello delle tv o automobilistico: se ti stai per addormentare davanti alla tv lo spegnerà in automatico e potrà anche accorgersi di quando sei troppo stanco per guidare, e magari salvarti la vita.

I neonati comandi vocali saranno già il passato? quale sarà la televisione del futuro?

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.