Musei dell’automobile in Italia: quali visitare?


Gli amanti delle quattro ruote girano spesso l’Italia per visitare i musei dedicati alle loro vetture preferite: lungo la penisola è possibile trovare diverse tipologie, in particolare piccole realtà dedicate a modelli specifici.

Vediamo cosa trovare nel museo più importante in Italia, quello di Torino, e le particolarità delle vetture in mostra a Roma

Caratteristiche delle esposizioni al museo di Torino

La struttura nel capoluogo piemontese presenta ampi spazi espositivi che ospitano numerose vetture che hanno fatto la storia dell’automobile nel mondo. Lungo il percorso dell’esposizione viene raccontata l’evoluzione dell’auto anche attraverso le problematiche sociali che ne hanno accompagnato lo sviluppo.

Gli allestimenti della mostra con modelli emblematici delle vetture di ogni epoca, mostrano lo sviluppo del concetto di automobile, da mezzo semplice di trasporto a vero e proprio oggetto di culto.

All’interno degli spazi espositivi sono presenti anche altri settori dedicati alle mostre temporanee, un centro di documentazione sulla storia delle quattro ruote, un centro congressi per eventi e tavole rotonde a tema, ed una spettacolare piazza in cui si svolgono eventi particolari di aggregazione del pubblico.

Inoltre nel museo di Torino trovate anche un centro didattico, una libreria e dei punti di ristoro.

La collezione permanente

Il percorso espositivo si snoda lungo 30 sale dove è possibile ammirare decine di modelli di automobili contestualizzate nell’epoca della loro produzione e uso. Le sale sono divise in base alle tematiche:


l’automobile e il ‘900:
in queste sale, disposte al secondo piano del museo, inizia il “viaggio”. Qui viene raccontata la storia dell’automobile, dalla sua nascita al suo sviluppo e diffusione. Fanno da sfondo gli eventi che si sono susseguiti nel 1900 in cui questi veicoli a motore a quattro ruote sono stati inevitabilmente protagonisti, in un modo o nell’altro;
l’automobile e l’uomo: le otto sale dedicate a questa tematica non sono meno grandi delle precedenti, anzi in termini di superficie sono i più estesi. Qui viene approfondito il rapporto che l’uomo ha instaurato fin dalla genesi con questo mezzo e la sua evoluzione. La relazione alla quale si riferisce non è solo data dall’uso che se ne è fatto ma, soprattutto, è intesa in termini di chi l’ha costruita. Viene dato risalto alle industrie, al lavoro, al sistema di produzione e alla pubblicità.
l’automobile e il design: le sale, ubicate all’ultimo piano, espongono il processo di progettazione e il percorso creativo che portano alla realizzazione di un auto.

Un particolare museo delle auto a Roma

Se siete fan dei telefilm poliziotteschi degli anni ’70 o comunque amate le macchine vintage, non potete fare a meno di visitare il museo delle auto della polizia a Roma. Ideale anche per i turisti in cerca di un posto insolito da visitare, raggiungibile facilmente da qualsiasi hotel Roma nord e dintorni.

La struttura contiene circa 50 diverse vetture, dalle volanti degli anni Trenta ai modelli più recenti, comprese le Pantere guidate dai più celebri personaggi della storia della Polizia Italiana.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.