Mutuo 100%: esiste davvero?


Acquistare un immobile oggi, pur possedendo i requisiti sufficienti per ottenere un mutuo, non è un’operazione alla portata di tutti. Le banche infatti possono finanziare fino ad un massimo dell’80% del valore dell’immobile. Oltre tale soglia l’acquirente dovrà sborsare di tasca propria il denaro necessario a perfezionare l’acquisto.

Perché allora si vedono spesso annunci di istituti di credito che promuovono mutui al 100% del valore dell’immobile?

La normativa vigente formalmente non lo consente ma di fatto l’istituto di credito può sottoscrivere una polizza assicurativa che copra il restante 20%. In questo modo riesce ad arrivare al 100% ma i costi aumentano sia per la banca che per il cliente, risultando più cari anche di 20-30 punti base rispetto ai mutui tradizionali.

Per molti tuttavia questa forma di finanziamento è l’unica possibile per riuscire ad acquistare una casa propria. Le suddette promozioni bancarie si rivolgono solitamente ai giovani in procinto di acquistare la prima casa, che risultano essere il target più interessante e sicuro (ma anche il più interessato, data la scarsa disponibilità di risparmi) per gli istituti di credito. Va precisato in fine che i mutui 100% non coprono eventuali spese aggiuntive, come ristrutturazioni o acquisto degli arredi ma si limitano al valore dell’immobile come stimato dal perito incaricato.

Tra le banche a cui potete rivolgervi per un mutuo 100%, consigliamo: Intesa San Paolo, Banca Popolare di Bari, CreaCasa (Gruppo Credem) e Veneto Banca (che arriva addirittura fino al 120%).

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.