Più spazio ai giovani del web


Nell’ambito delle competenze riguardanti l’utilizzo e lo sviluppo applicativo delle nuove tecnologie, è davvero curioso osservare quanto ne sappiano di più molti giovani rispetto a tanti lavoratori, diciamo così, un po’ più attempati. Poco più che ventenni (al massimo trentenni), si fanno notare per il proprio livello di conoscenza e di elevata attitudine relative all’utilizzo ed allo sviluppo di strumenti informatici sofisticati, alla realizzazione di siti web di pregevole fattura ed alla creazione di soluzioni grafiche frutto di un’indubbia creatività. In particolare, la Web Art è davvero il loro mondo.

Valorizzare queste professionalità emergenti non può che contribuire a far crescere la qualità del confronto tra il nostro tessuto aziendale ed un mercato sempre più senza confini. Per un’azienda, è senza dubbio un’ottima opportunità la possibilità di ricorrere a persone giovani, capaci e motivate al fine di avvalersi di validi supporti per dialogare all’interno del Web World. Gran parte del presente lavorativo poggia sulle nuove tecnologie legate ad Internet: per comunicare abbattendo tempi e costi, per aprire nuovi mercati, per gestire e per fidelizzare al meglio i propri clienti.

In questo contesto dinamico e che vive una fase di continua evoluzione, molte delle giovani professionalità emergenti dimostrano di avere le carte in regola per imprimere una svolta importante ed una ulteriore accelerazione allo sviluppo on line delle aziende in un’ottica sia B2B che B2C. C’è da stupirsi di tanta positiva professionalità emergente: se ci si pensa bene, a livello di Sistema Italia, non esiste una realtà formativa ad hoc, cioè diretta a offrire qualificati inputs conoscitivi (e pratici) ai giovani interessati alle nuove tecnologie ed a Internet.

Si tratta di professionisti autodidatti, nella maggioranza dei casi. Quando in un giovane c’è l’attitudine e la passione per un settore che egli stesso avverte come uno spazio in cui esprimere le proprie qualità, occorre dire che ha tutti gli ingredienti per fare bene e per fare molto. Senza contare il valore insito nel suo contributo all’affermazione di una nuova mentalità in azienda, più innovativa e orientata a sfruttare nuove opportunità.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.