Promuovere la propria azienda con gli eventi promozionali


In tutta la penisola ed in particolare nelle maggiori città italiane, molte società di servizi alle imprese organizzano degli eventi specifici quali convegni, seminari, conferenze (le formule sono diverse). Lo scopo, legittimo ed intelligente, di ogni singolo organizzatore è quello di far conoscere la propria company, le sue strategie, gli eventuali accordi di partnership, i servizi che intende proporre al mercato di riferimento in un’ottica di innovazione e, dunque, il valore aggiunto per le imprese che ricorreranno a tali servizi. Non va dimenticato che il settore dei servizi alle imprese è di fondamentale importanza per la vita delle aziende: riguarda un variegato e sostanziale trasferimento di valore, di know-how, di supporti strategici e tecnici verso le imprese stesse, molte delle quali necessitano spesso di interventi specializzati esterni e diretti a meglio fronteggiare determinati aspetti sia organizzativi che di sviluppo. Rientrando nei targets di riferimento di diverse società di servizi, accade a moltissime imprese di ricevere inviti ai suddetti eventi che si svolgono in sale attrezzate per l’occasione.

Nel corso degli ultimi dieci anni, il ricorso a seminari ed eventi simili per fini promozionali è cresciuto notevolmente e, allo stesso tempo, sono aumentate le capacità organizzative necessarie.

Molto spesso, l’evento è ben studiato ed è un valido rafforzativo dell’immagine dei propri organizzatori; anche quelle aziende invitate che, al momento, non mostrano un interesse concreto ed immediato rivolto ai servizi promossi, ne riconoscono la professionalità, perché all’interno di quanto esposto e di quanto trattato nel corso degli interventi dei vari speakers, trovano inputs utili già di per sé ai fini della loro attività.

Altre volte, invece, gli eventi sono troppo spudoratamente incentrati sulla mera promozione di determinati servizi: si fa un gran parlare (magari, nei casi limite, per un’intera ed estenuante giornata) di ciò che si propone, di se stessi, di ciò che si è fatto fino a ieri, di ciò che si intende fare e, in maniera stucchevole, vengono offerte alla incolpevole platea delle autocelebrazioni del tipo ma quanto siamo bravi, come noi non c’è nessuno, guarda cosa di grande possiamo fare per te

In questi ultimi casi, che rasentano il patetico ed il ridicolo, il tutto viene accentuato, alcune volte, da qualche bel condimento musicale (solitamente, prima dell’inizio ed alla fine dei lavori, spesso anche durante il buffet): che volete, anche l’atmosfera ha la sua importanza, o no? Nei casi più eclatanti, sembra di essere presenti ad un set di Hollywood.

Al di là delle ultime e forse eccessive battute, va detto che non c’è nulla di male (anzi, tutt’altro) nel creare un clima simpatico e friendly: è un pregio che viene troppo spesso a mancare in molte occasioni. Altra cosa è, invece, trasformare un’occasione informativa e promozionale in un qualcosa di teatrale, all’insegna dell’entusiasmo a tutti i costi e, diciamolo, della megalomania.
I servizi alle imprese vanno promossi, vanno pubblicizzati; la conoscenza del loro valore aggiunto va veicolata efficacemente verso le imprese di qualsiasi dimensione, in particolare verso le aziende che hanno fatto ricorso poche volte o mai a supporti esterni: l’interscambio e la collaborazione fattiva del tipo B2B è qualcosa di vitale per lo sviluppo economico di un qualsiasi Paese moderno. Questi sono argomenti seri ed una certa sobrietà nel proporli non guasta, anzi, non può che giovare, sempre che si offra una professionalità vera ed in grado di trasferire un solido know-how all’impresa cliente.

Una volta rispettati questi canoni di base, vanno bene (anzi, benissimo) musica, buffet, omaggi di cortesia ed anche qualche discorso un po’ troppo prolungato.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.