Riparare le perdite di un rubinetto


perdite rubinetto

Come porre rimedio a questo spiacevole inconveniente

Il rumore di un rubinetto che gocciola può essere estremamente fastidioso e accresce a dismisura i consumi relativi alla bolletta dell’acqua. In questi casi, infatti, si possono sprecare fino a 100 litri di acqua in sole 24 ore. Ecco qui di seguito qualche consiglio pratico per risolvere questo problema! Se non funziona toccherà chiamare un idraulico.

Prima di tutto, è bene elencare tutti gli attrezzi necessari allo scopo: una chiave inglese, un cacciavite, un po’ di stoppa, una guarnizione di ricambio, un pappagallo ed una pinza. Poi, come si procede? Per prima cosa, bisogna smontare il rubinetto, rimuovendo la manopola. I più comuni rubinetti sono quelli con due manopole distinte, una per l’acqua fredda ed una per quella calda. Inoltre, è necessario trovare la vite di sblocco che si trova al centro della manopola, di solito nascosta da una borchia che si svita. Dopo aver rimosso la manopola, si deve svitare anche la ghiera cromata sottostante.

Al di sotto troviamo il corpo del rubinetto vero e proprio. Bisogna perciò procedere a svitare il dado inferiore con la chiave inglese. Arrivati a questo punto si può sostituire il gommino della guarnizione, che è la causa del gocciolamento, fissandolo con l’ausilio di una vite o di un dado. Ora potete rimontare il rubinetto, ricordandovi di avvolgere gli elementi filettati del corpo metallico con della stoppa inumidita.

Infine, ricordiamo alcuni preziosi accorgimenti da tenere in conto durante lo svolgimento della procedura appena descritta:

  1. Non lasciate aperto il rubinetto generale dell’acqua;
  2. Non lasciate lo scarico aperto: servitevi di uno straccio per tapparlo per evitare la caduta di viti e rondelle;
  3. Scegliete una guarnizione con misure adeguate;
  4. Non graffiate con la chiave inglese il metallo. La maggior parte dei rubinetti, infatti, sono prodotti in metallo dolce, quindi è bene coprirli con nastro adesivo prima di procedere;
  5. Non lasciate mai il grande dado di metallo che unisce le parti interne parzialmente svitato.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.