Web marketing inefficace: i 4 errori più diffusi e comuni

web marketing

C’è modo e modo di approcciarsi al marketing digitale. Internet è una risorsa inestimabile, ma solo per chi è in grado di sfruttarla nel modo più opportuno, investendo tempo ed energie oltre che denaro. Ecco i 4 errori più comuni, tipici di chi si affaccia al marketing digitale per la prima volta.

1. Pensare di poter fare da sé

Rivolgiti ad un’agenzia web marketing Lecce, Milano, Roma o dovunque ti pare, chiedi il sostegno dei professionisti, ingaggia un consulente che ti segua passo passo ma mai e in nessun caso pensare al fai da te. Il marketing digitale è una disciplina molto complessa, ostica e di difficile interpretazione; richiede l’intervento di diversi professionisti e la convergenza di conoscenza molteplici; nessun non addetto ai lavori può farcela da solo!

2. Tendere al risparmio

Ogni strategia di web marketing si struttura intorno a un budget prefissato. Solo i colossi dell’economia possono permettersi di operare senza un limite ben definito di spesa. Da qui a fare economia spiccia, però, il passo può rivelarsi molto breve. Esistono due vie: credere nella forza del web oppure non farlo; le soluzioni intermedie non pagano, fare dei tentativi per “vedere come va” si rivela quasi sempre uno spreco di tempo e soldi.

3. Avere fretta

Una strategia di web marketing è ampia, strutturata e si suddivide per fasi ben definite. Serve tempo perché si possano raggiungere i primi risultati. Avere fretta, fare i capricci con il vostro webmaster, lamentarsi perché non siete rientrati dell’investimento non paga. Siate sereni, credete nella strategia e concedetevi del tempo. Se avete lavorato bene, i risultati arriveranno.

4. Non monitorare i risultati

E non pensate che una volta definita la strategia di partenza il lavoro sia concluso; è vero l’esatto contrario: tutto sta appena iniziando. Ogni strategia richiede aggiustamenti, modifiche, sperimentazioni, sulla base dei dati acquisiti e dei feedback degli utenti. Si tratta di un processo lungo e che non giunge mai a una vera e propria conclusione. Il monitoraggio è un’attività che non può mai essere dismessa né ignorata nelle evidenze che riesce a fornire.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.