Comprare i mobili dai grossisti conviene?


Quando si deve acquistare un mobile vi è un’affannosa ricerca per spuntare i prezzi migliori. E magari, anche dopo aver già effettuato l’acquisto, una domanda assilla il compratore:
“Ho pagato il giusto? Non è che potevo pagare di meno?”
Domande legittime, visto lo stato del mercato del mobile in Italia.
In realtà il mercato italiano, nel settore del mobile, è poco “trasparente”. Troppi passaggi, troppe intermediazioni. Intermediazioni sulle quali ogni operatore – legittimamente dal suo punto di vista – intende guadagnare.Ma questo con sicuro danno del compratore finale che si ritrova a pagare di tasca propria il disordine del mercato. Anzi, per meglio dire, un mercato dove ognuno scarica sul consumatore la disorganizzazione generale. Ecco perché sta prendendo piede anche in Italia, come già avviene nei mercati più maturi, l’acquisto dei mobili presso i grossisti.


I grossisti acquistano grandi quantitativi di mobili moderni e mobili in arte povera a prezzi sensibilmente inferiori rispetto ai piccoli negozi. A parità dì marca e qualità riescono ad ottenere una scala sconti ben più alta quindi, anche ammettendo che vi sia una eguale percentuale di ricarico, il prezzo finale è nettamente inferiore. A ciò si aggiunge un altro fattore molto importante: una possibilità di scelta ben più vasta, derivante da maggiori spazi, da più ampie fonti di approvvigionamento.
I conti sono presto fatti.
In media, un arredamento completo di qualità medio alta composto da cucine, camera da letto, soggiorno, salotto, armadi, bagno e complementi d’ arredo può avere costi diversi a seconda dei prodotti scelti e può costare dai 10.000 ai 35.000 euro ( la “forbice” dei prezzi in questo settore, come quello dell’auto, è molto ampia). Saltando i vari passaggi – di cui prima si diceva – con un risparmio medio del 30%, il risparmio totale va dai 3.000 ai 10.000 €.
E potendo scegliere su una gamma di prodotti certamente più vasta rispetto al negozio tradizionale. E senza rimetterci nulla in termini di servizio, anzi. Personale specializzato e professionalmente preparato consiglia l’acquirente a districarsi nella gran quantità di proposte e soluzioni aiutandolo con discrezione e competenza a scegliere il prodotto a lui più congeniale. Di norma è previsto gratuitamente anche lo studio e la progettazione degli, ambienti e questo servizio contribuisce a dare maggiore sicurezza a chi si appresta ad una spesa considerevole. L’insieme di tutti questi fattori ha prodotto un nuovo modo di commercializzare il mobile. Si può ben comprendere perché vi siano persone disposte a viaggi anche di 300/400 chilometri per andare ad acquistare i mobili dai grossisti. D’altronde un risparmio medio di 5/6.000 € val bene una trasferta per trovare il prodotto migliore al prezzo più conveniente. Se a tutto questo si aggiunge l’assistenza di personale qualificato, capace di consigliare recandosi – a richiesta – al domicilio del cliente, si comprende facilmente il successo dei nuovi centri-vendita.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.