Consulenza sanitaria: i servizi di Innogea

consulenza sanitaria

Innogea offre i propri servizi di consulenza aziende sanitarie perseguendo una precisa strategia che si basa sulle informazioni di business intelligence prodotte dai nostri sistemi informativi. Attraverso determinati requisiti, l’azienda riesce a progettare dei piani di miglioramento delle performance aziendali ed è in grado di supportare altre aziende in ambito sanitario in quelle che sono le varie operazioni straordinarie di fusione ed acquisizione e/o rimodulazione dell’offerta.

Oggi Innogea rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per molte strutture sanitarie, tutto questo grazie alla complementarietà tra sistemi informativi e le competenze acquisite in ambito strategico e nel controllo di gestione. La struttura di professionalizzazione, leader del settore, garantisce ai propri clienti, una strategia completa a 360 gradi, in quanto si occupa anche di supportare i partner sanitari nell’ambito del marketing sanitario, attraverso la gestione di una serie di servizi che hanno come obiettivo finale quello di migliorare la brand reputation, di accrescere il posizionamento sul mercato, attraverso la promozione dei servizi e la fidelizzazione dei clienti.

Innogea basa la propria strategia vincente sulla progettazione ed implementazione di sistemi di controllo di gestione che sono personalizzati in base alle esigenze delle aziende sanitarie, offrendo una consulenza aziende sanitarie efficace ed a misura del cliente, con l’ausilio della soluzione informatica Care Data.

Inoltre, è continuamente alla ricerca di soluzioni innovative che siano a misura del cliente, in particolare, attraverso lo studio del mercato e dei bisogni dei pazienti, punta verso un progetto di marketing strategico che riesca ad ottimizzare il proprio rapporto con i pazienti, fidelizzandoli. Questo è fondamentale nel mercato attuale, che è sempre più competitivo. Innogea propone una consulenza basata anche sulla rimodulazione dell’offerta, cioè interviene a ridefinire le aree più redditive, eliminando quel che rappresenta il margine negativo, al fine di sfruttare al massimo, le strutture sanitarie richiedenti. Tutto questo per evitare ogni tipo di spreco presente nella gestione della struttura sanitaria.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.