Nuovi impianti denti a Torino


La perdita dei denti non rappresenta soltanto un problema dal punto di vista estetico, ma ha ripercussioni serie anche sulla salute, dato che impedisce lo svolgimento corretto della funzione di masticazione. Ai problemi causati all’apparato masticatorio, si aggiungono poi quelli che vanno ad intaccare l’attività respiratoria e la funzione di fonazione. E’ per questo che, soprattutto negli ultimi anni, la ricerca in ambito dentistico ha elaborato alcune valide soluzioni per risolvere il problema dell’edentulismo. Una di queste è rappresentata dall’applicazione degli impianti dentali.

Questi ultimi consistono nell’inserimento, mediante intervento chirurgico, di una vite, una radice, solitamente in titanio, nelle ossa mascellari o mandibolari del paziente, e di un pilastro, sul quale verrà cementata una protesi. Come abbiamo detto, il titanio risulta essere il materiale prediletto per questo tipo di interventi, e questo per alcune sue caratteristiche: infatti, essendo quest’ultimo un materiale dalle proprietà biocompatibili e osteointegrative, è praticamente impossibile che si verifichino eventi come il rigetto, meccanismo di autodifesa che si innesca per la presenza di corpi estranei nell’organismo.

Nel corso del tempo, l’implantologia dentale si evoluta, con grandissimi vantaggi per i pazienti, che possono così evitare di sottoporsi ad interventi lunghi, invasivi, e dagli esiti incerti. Un segno di questa evoluzione è sicuramente la diffusione sempre più massiccia di interventi di implantologia a carico immediato, rispetto a quelli a carico differito. Questi ultimi erano molto più frequenti in passato, quando un paziente doveva aspettare dai tre ai sei mesi, perché gli impianti venissero fissati, dopo il loro inserimento. L’implantologia a carico immediato, invece, è una soluzione molto più rapida e comoda per il paziente, in quanto, la dentiera definitiva, o le corone provvisorie, vengono fissate nel corso della stessa seduta nella quale ha luogo l’inserimento degli impianti per i denti, o dovrà aspettare, al massimo, tra le ventiquattro e le quarantotto ore.

Comunque, entrambe le soluzioni sono valide, anche se gli impianti denti a carico immediato comportano anche un risparmio economico, in quanto è minore il numero di interventi o controlli ai quali il paziente si deve sottoporre. C’è tuttavia da considerare che, nel caso di impianti denti a carico immediato, ci si dovrà assicurare che essi abbiano una soddisfacente stabilità primaria, cioè un’ottima tenuta nell’osso. Dovrà quindi essere lo specialista a valutare la situazione del paziente, e a decidere se sia più conveniente optare per un impianto a carico immediato, o per uno a carico differito.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.