Brexit il Futuro dell’Inghilterra e della Sterlina

brexit inghilterra sterlina

La Brexit ha sancito il definitivo sganciamento dell’Inghilterra dalle rigide norme euro più adatte a paesi poco influenti che non hanno alcuna possibilità di diventare un punto di riferimento economico finanziario a livello globale.

In realtà la Gran Bretagna fa parte di quei paesi che non hanno mai aderito completamente al progetto europeo e che si sono ben visti dal rinunciare alla propria valuta nazionale.
Dopo la Brexit l’Inghilterra ha messo in chiaro la sua posizione di indipendenza da un unione di cui non può avere il controllo in quanto adotta una valuta diversa dalla Sterlina.
In questa nuova condizione il paese anglosassone può esercitare un nuovo e maggiore appeal verso quelle che sono le necessità finanziarie di altre aree del mondo e non solo verso i pochi e piccoli paesi dell’unione europea.

L’Inghilterra possiede una economia finanziaria fortemente avanzata riconosciuta in tutto il mondo, basti pensare la quotazione oro ufficiale che viene quotidianamente decisa a Londra attraverso il fixing dell’oro rappresenta il valore dell’oro a cui fa riferimento tutto il mondo economico e finanziario a tutti i livelli.

La permanenza dell’Inghilterra nell’unione europea avrebbe nel lungo periodo minato la credibilità di hub finanziario globale e imparziale, relegandolo ad essere considerato un normale mercato finanziario della sola zona euro.

Un ruolo che avrebbe limitato fortemente le sue possibilità di espansione in quanto soggetto a regole di cui non avrebbe avuto il totale controllo e che avrebbero finito per essere meno favorevoli per soggetti di origine extra europea.

Una ipotetica egemonia finanziaria dell’Inghilterra nell’area euro non avrebbe certo potuto compensare le possibilità che un hub globale indipendente dalle regole europee può rappresentare, anche in considerazione del pochissimo potere economico, finanziario e politico che l’unione europea può esprimere confronto alle ben più importanti aree del mondo attuale.
Con la Brexit l’Inghilterra per quanto piccola come estensione e numero di abitanti ha la possibilità di diventare un punto di incontro per il business e la finanza delle diverse aree del mondo più importanti come l’americana, l’asiatica ed i paesi arabi.

Il fatto di non essere assoggettata alle regole europee insieme alle importanti relazioni storiche che la Gran Bretagna conserva dai tempi dell’Impero Britannico rappresentano per l’Inghilterra di oggi una possibilità di sviluppo e ricchezza eccezionale per affari finanziari e scambi commerciali internazionali.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.