Come gestire la pressione delle gomme auto

manutenzione pneumatici

Oggi, gli automobilisti si dimostrano particolarmente intraprendenti nella gestione del mezzo; utilizzano il servizio di vendita gomme online, amministrano in autonomia la manutenzione e le piccoli riparazioni, scelgono da sé accessori e componenti del mezzo. In fatto di manutenzione, in particolare, sono sempre di più i guidatori che scelgono di documentarsi e di effettuare in autonomia le modifiche e gli interventi necessari alla corretta amministrazione del veicolo, aiutati in questo da guide e tutorial del web.

Quando si parla di manutenzione delle gomme auto, la prima cosa a cui badare è la pressione delle gomme. Risulta fondamentale, infatti, garantire un valore ottimale di pressione, in modo da garantire una maggior durata del pneumatico e la preservazione dell’integrità del battistrada, per ragioni economiche e, soprattutto, di sicurezza stradale.

Il valore ottimale della pressione è espresso in bar ed è riportato sul libretto di circolazione del mezzo (e in alcuni casi anche sullo sportello del guidatore). Se la gomma assume valori inferiori a quelli indicati, si registra una più accentuata usura della spalla del pneumatico mentre, con pressione troppo alto, la forma leggermente schiacciata assunta dalla ruota causa un deterioramento più rapido della porzione centrale del pneumatico. In entrambi i casi, la ruota va incontro a rapida usura, con conseguenze facilmente intuibili relative alla stabilità del mezzo.

Ogni quanto controllare la pressione

Di regola, si consiglia di controllare periodicamente la pressione delle gomme, con cadenza almeno bimestrale, anche se le esigenze variano in relazione alla frequenza e alla modalità di utilizzo. La pressione va monitorata prima di un viaggio in auto e al suo ritorno.

Se la pressione è sempre bassa…

Nel caso in cui la pressione della gomma tenda a risultare bassa nonostante frequenti monitoraggi e sistemazioni, è necessario chiedere l’intervento di un esperto, il quale dovrà accertare l’eventuale presenza di fori, bolle o tagli sul battistrada. non è detto, però, che il problema sia causato da danneggiamenti della scocca poiché la depressione può essere motivata da una rottura o un malfunzionamento dei tappi in metallo di chiusura.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.