I graffiti a Firenze diventano digitali

graffiti a firenze

I graffiti sono una tentazione molto forte soprattutto per i turisti che visitano città come Firenze, lasciare il proprio nome o un proprio segno in luoghi d’arte o in monumenti famosi in tutto il mondo è una moda che non conosce confini di nazionalità.

A Firenze questi graffiti sono moltissimi disseminati in tutti i luoghi dei florence tours più frequentati dai turisti ed il lavoro per ripulire i monumenti è costante e costoso per gli amministratori di questi luoghi.

Uno dei luoghi turistici più famosi e suggestivi di Firenze è il Campanile di Giotto ed anche questo non è immune alla moda dei graffiti, per questo motivo le autorità hanno deciso di lanciare il progetto Autography.
Questo servizio completamente gratuito permette a chi visita il Duomo di Firenze ed i suoi monumenti di lasciare la propria firma ed eventuali altri messaggi in postazioni digitali che verranno conservate per sempre.

Oltre ad essere conservati questi graffiti digitali vengano pubblicati in un’apposita sezione del sito ufficiale dell’Opera del Duomo, dopo soli otto mesi dall’inizio del progetto sono stati oltre quindicimila i graffiti digitali raccolti e raccolti in un volume che può essere anche esso liberamente consultabile presso l’Archivio dell’Opera del Duomo.

Il progetto Autography ha avuto un grandissimo successo ed oltre ad avere attratto l’interesse di moltissimi turisti in visita al Duomo di Firenze ha anche ridotto di moltissimo i graffiti lasciati all’interno del campanile di Giotto.
Negli otto mesi del progetto Autography sono stati rinvenuti e prontamente rimossi dai restauratori solo nove graffiti murari lasciati dai visitatori, questo grande risultato ha convinto le autorità ad estendere questo servizio anche alla Cupola del Brunelleschi che viene regolarmente deturpata da alcuni dei turisti che la visitano.

In occasione dell’estensione del progetto Autography la Cupola del Brunelleschi sarà completamente ripulita dai moltissimi graffiti con la speranza che la moda dei graffiti digitali sostituisca quelli sui muri che verranno comunque prontamente rimossi.

L’iniziativa Autography intrapresa dall’amministrazione del Duomo di Firenze potrebbe contagiare molti altri luoghi d’arte, i graffiti digitali sono un metodo molto di moda e moderno per lasciare una traccia del proprio passaggio che potrà essere consultabile attraverso il sito dell’Opera del Duomo in ogni momento e da ogni parte del mondo.

Un metodo che coinvolgerà facilmente le nuove generazioni abituate ad usare le nuove tecnologie multimediali e ad apprezzare in modo spontaneo tutto ciò che è riconducibile alla propria presenza sul web, un’iniziativa che potrebbe avere anche ulteriori sviluppi con la continua evoluzione dei mezzi di comunicazione multimediali.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.