Il trend delle shopper personalizzate: cosa sono, e quali sono i loro vantaggi?

atomoplast shopper personalizzate

Le shopper personalizzate possono diventare una soluzione di marketing molto efficace, per qualsiasi negoziante o esercizio commerciale.

Oggi sentiamo spesso parlare di promozione tramite oggetto, soprattutto per chi si intende di marketing. Il motivo è piuttosto semplice: in un’epoca dove la digitalizzazione sta assorbendo ogni aspetto della vita quotidiana, il ritorno alla “fisicità” assume un sapore tutto nuovo per gli utenti. In pratica, le persone stanno iniziando ad apprezzare di nuovo la sensazione reale data dagli oggetti, sia essa tattile, visiva o addirittura olfattiva.

In tal senso, le shopping bag personalizzate possono diventare un veicolo di promozione davvero efficace, cavalcando questa nuova onda “analogica”. Vediamo quindi di scoprire insieme di cosa si tratta, e quali sono i loro vantaggi.

Cosa sono le shopper personalizzate?

In apparenza potrebbero sembrare banali buste per la spesa, ma la sostanza è decisamente più corposa e va ben oltre. Una shopping bag personalizzata, infatti, ha il marchio del negozio o del brand impresso a fuoco sulla plastica o sul tessuto. In sintesi, da un lato è uno strumento utilissimo per contenere le cose che il cliente acquista in negozio, ma dall’altro è un prodotto che parla. E che racconta la storia del marchio che lo ha firmato. Si tratta di un vero e proprio canale per il passaparola visivo: girando per la città con quel sacchetto, il cliente farà promozione al brand, esponendolo alla vista dei passanti. Di fatto, è una sorta di cartellone pubblicitario mobile, e senza le spese necessarie per affittare uno spazio.

Quali sono i vantaggi di queste buste?

Qui bisogna fare una distinzione fra i vantaggi per le aziende, e quelli per i consumatori, anche se in realtà spesso si mischiano fra loro. Nel primo caso, abbiamo già visto che le shopper personalizzate diventano delle vere e proprie testimonial del brand del negozio che le consegna ai clienti. Inoltre, essendo riutilizzabili, diventano anche un regalo che questi ultimi potranno usare ogni volta che andranno a fare compere. E se le buste vengono ordinate da un’azienda attenta all’ecosostenibilità, si trasformano persino in un mezzo di promozione green, colpendo un target molto sensibile sul tema.

L’anima green delle shopper è un bene anche per i clienti, soprattutto per coloro che non desiderano pesare sull’ambiente, tutelandolo. Essendo riutilizzabili, poi, le persone sanno che – non dovendole buttare – diminuiranno il proprio impatto sulla natura. In secondo luogo, i sacchetti personalizzati sono prodotti unici nel loro genere, mai banali, che il negoziante può modellare in mille modi diversi. È infatti possibile intervenire sulla grafica, e farlo su più livelli, progettando una precisa strategia in termini di colori, di fantasie e dunque di brand awareness. Poi si possono scegliere diversi modelli di sacchetti, così da prevedere più soluzioni per i clienti.

In conclusione, sì alle shopper personalizzate, per una serie molto ampia di vantaggi, che riguardano sia i clienti che i negozianti. Al momento, infatti, sono davvero pochi gli strumenti di marketing oggettuale che possono vantare l’efficacia delle buste brandizzate.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.